Delatori

17 Jul 19
Ebook Mania

Giovanni Pesce, nomi di battaglia Ivaldi e Visone Onorina Brambilla Pesce detta Nori, nome di battaglia Sandra Due vite unite dalla passione politica e dall’amore. Una storia nella Storia. Giovanni Pesce, comandante partigiano responsabile dei Gap di Torino e di Milano, è stato un protagonista della Resistenza e della Liberazione. Giovanissimo ha aderito al Partito comunista e combattuto nelle Brigate internazionali contro Franco. Tornato in Italia, è catturato e mandato al confino. Per lui, giovane proletario emigrato con poca cultura, l’incontro a Ventotene con il fior fiore dell’antifascismo diventa fondamentale. Liberato intorno all’estate del 1943, dopo l’arresto di Mussolini e l’armistizio dell’8 settembre, inizia la clandestinità, prima a Torino, poi a Milano. Per Giovanni, primula rossa dell’antifascismo italiano, saranno mesi di azioni militari avventurose, leggendarie, coraggiose, drammatiche. Proprio nella Milano occupata dai nazisti, stremata, affamata, disseminata di luoghi dell’orrore, avviene l’incontro di una vita: i due partigiani Giovanni e Nori si conoscono, si innamorano e non si lasciano più. Le loro vite si intrecciano indissolubilmente con la lotta antifascista: i Gap colpiscono, attaccano e fanno azioni di guerriglia, i tedeschi arrestano, torturano, uccidono. Nella città crocevia di spie e delatori al servizio del nemico, Nori cade in un’imboscata e viene deportata. È l’ultima separazione perché insieme, Giovanni e Nori, rimarranno tutta la vita, condividendo e facendo sulla propria pelle la storia di quegli anni.

23 Jun 19
Ebook Mania

Moretto a Roma se lo ricordano ancora. Il suo vero nome è Pacifico di Consiglio e nel 1943 è l’unico ebreo romano che durante l’occupazione nazista resta in città per dare la caccia ai suoi persecutori. Pugile dilettante, la vita di Moretto, come quella di tanti ebrei romani, cambia dopo il 1938. Ma a differenza di altri, Moretto trova il modo per ribellarsi. Fa innamorare la nipote di Luigi Roselli, uno dei più spietati e pericolosi collaboratori italiani dei nazisti, e, grazie alle informazioni della giovane, lancia una sfida alle bande comandate dal colonnello Kappler, capo della polizia tedesca di Roma. Arrestato due volte, riesce sempre a fuggire mettendo in atto stratagemmi e altri intrighi, continuando a combattere contro centinaia di spie, delatori e poliziotti fascisti. Il Duello nel Ghetto di Roma fra Moretto e Roselli si gioca tutto nel quartiere a ridosso del Tevere. Una manciata di strade fino a pochi anni prima orgoglio di convivenza e poi diventate teatro di un mondo braccato: famiglie numerose nascoste nel timore della cattura, uomini obbligati a pagare affitti da capogiro a protettori-sfruttatori, donne e bambini rifugiati in conventi dove spesso tentano di convertirli, sopravvissuti per caso o fortuna al 16 ottobre tornati a risiedere nel Ghetto sfidando la sorte. Per costoro scarseggia il cibo, la morte è in agguato, non possono fidarsi di nessuno ma le voci che si rincorrono su Moretto dimostrano che si può continuare a resistere.

03 Jun 19
Ebook Mania

Una fuga senza fine e senza la nozione di un fine chiaro, certo, riposante. Solo per salvarsi la vita a tratti, per prendere respiro. Un bambino di otto anni, fuggito dal ghetto di Varsavia – dove ha visto sua madre sparire in un attimo come per una malefica magia – passa da un gruppo di ragazzi alla macchia, a case di contadini protettivi o malvagi e delatori, a soldati tedeschi spietati o umani; dorme sugli alberi, nelle tombe e, a forza di nasconderlo, arriva a dimenticare di essere ebreo. «Ti ordino di sopravvivere» gli aveva detto il padre prima di venire ucciso. E, per avere la forza di seguire quell’ordine, il ragazzo è costretto a cancellare il ricordo del suo passato, della madre e del paese della sua infanzia, come i continui addii del presente. Dimenticando, Yoram concentra tutta la sua energia nel momento in cui vive, povero, affamato, senza protezione, a un certo punto perfino senza un braccio, che il chirurgo si è rifiutato di curare, riconoscendolo ebreo. Ma la corsa prosegue, e ‘il bambino biondo senza un braccio’ rimane in mente come un’inesausta sfida alla morte. In Israele, dove oggi vive e insegna, Yoram Friedman ha raccontato la sua storia – perché questa è una storia vera – che Uri Orlev ha ascoltato dalla sua voce e scritto con commozione e intensa partecipazione. «Orlev ci mostra come i bambini possano sopravvivere senza amarezza in tempi duri e terribili». Premio H.C. Andersen, la giuria «I libri si possono paragonare ai bambini, anche loro si allontanano da te per prendere la propria strada. E come loro – sebbene in modo diverso – possono sorprenderti». Uri Orlev «Raccontare la Shoa guardandola con gli occhi di un bambino. Con innocenza, sincerità, persino con humour. È quello che fa Uri Orlev, scrittore sopravvissuto al lager, nei suoi bellissimi libri per ragazzi». Il Messaggero «La sua migliore qualità è un senso di umanità in condizioni disumane… La forza, in altre parole, non coincide con la durezza». The Guardian

02 Jun 19
Archy news nety

<! – SHOW ARTICLE -> The crew of Wailea freshman ends the final round while Napili enters Saturday at the port of Kahului. Wailea won the 1 mile race in 8: 34.32. The crew of Wailea included Kevin Dudoit, Stephen Cutillo, Jonas Arcikauskas, Kapena Bugarin, Sean Murphy and Will Rich. The photo of Maui News […]

28 May 19
Ebook Mania

«La giovane ha quindici anni. Si chiama Adriana Stanescu, figlia unica di Andrei e Rada Stanescu, due immigrati moldavi… Uccidi la ragazzina e sbarazzati del corpo». In un albergo sciatto della periferia berlinese, Milo Weaver, agente del Turismo, il servizio parallelo alla CIA in giro per il mondo ad addestrare delatori, smascherare doppiogiochisti ed eliminare i nemici dell’America, riceve quest’agghiacciante lettera, accompagnata da due fotografie in cui compare una graziosa ragazza dalla pelle olivastra, immortalata da due differenti angolazioni. Weaver sa di non avere vie d’uscita. Dovrebbe eseguire l’ordine. Il Turismo non perdona. Tuttavia, quando si imbatte in Adriana Stanescu, scopre non solo che qualcun altro si è fatto carico del terribile compito, ma che ha provveduto a lasciare sul luogo dell’omicidio della ragazza tracce che possono appartenere solo a lui. Weaver è così immediatamente identificato, catturato e interrogato dagli agenti dell’intelligence tedesca. Riesce a spuntarla, ma si trova invischiato in una sordida rete di traffici di esseri umani che ,vedono coinvolti alcuni ufficiali tedeschi… L’operazione «Adriana Stanescu» è stata ordinata da qualcuno che fa il doppio gioco? O è semplicemente un’esca per seminare confusione e terrore tra i Turisti? Per ribadire, insomma, la prima regola del Turismo, che quasi nulla è come sembra, i nemici sono spesso mascherati da amici e chi compie l’azione è il più lontano dalla verità? Milo sa soltanto di essere stato ancora una volta derubato della propria identità per gli scopi più oscuri e inconfessabili. In un labirinto di segreti e false piste, “L’uscita” è un romanzo ancora più avvincente de “Il turista”. Sullo sfondo di Budapest e Berlino, Steinhauer mette in scena una cruenta battaglia tra il bene e il male, i traditori della patria e i suoi difensori, senza smettere di indagare il lato oscuro di un uomo in fuga dal proprio destino.

21 May 19
Ebook Mania

Moretto a Roma se lo ricordano ancora. Il suo vero nome è Pacifico di Consiglio e nel 1943 è l’unico ebreo romano che durante l’occupazione nazista resta in città per dare la caccia ai suoi persecutori. Pugile dilettante, la vita di Moretto, come quella di tanti ebrei romani, cambia dopo il 1938. Ma a differenza di altri, Moretto trova il modo per ribellarsi. Fa innamorare la nipote di Luigi Roselli, uno dei più spietati e pericolosi collaboratori italiani dei nazisti, e, grazie alle informazioni della giovane, lancia una sfida alle bande comandate dal colonnello Kappler, capo della polizia tedesca di Roma. Arrestato due volte, riesce sempre a fuggire mettendo in atto stratagemmi e altri intrighi, continuando a combattere contro centinaia di spie, delatori e poliziotti fascisti. Il Duello nel Ghetto di Roma fra Moretto e Roselli si gioca tutto nel quartiere a ridosso del Tevere. Una manciata di strade fino a pochi anni prima orgoglio di convivenza e poi diventate teatro di un mondo braccato: famiglie numerose nascoste nel timore della cattura, uomini obbligati a pagare affitti da capogiro a protettori-sfruttatori, donne e bambini rifugiati in conventi dove spesso tentano di convertirli, sopravvissuti per caso o fortuna al 16 ottobre tornati a risiedere nel Ghetto sfidando la sorte. Per costoro scarseggia il cibo, la morte è in agguato, non possono fidarsi di nessuno ma le voci che si rincorrono su Moretto dimostrano che si può continuare a resistere.
**
### Sinossi
Moretto a Roma se lo ricordano ancora. Il suo vero nome è Pacifico di Consiglio e nel 1943 è l’unico ebreo romano che durante l’occupazione nazista resta in città per dare la caccia ai suoi persecutori. Pugile dilettante, la vita di Moretto, come quella di tanti ebrei romani, cambia dopo il 1938. Ma a differenza di altri, Moretto trova il modo per ribellarsi. Fa innamorare la nipote di Luigi Roselli, uno dei più spietati e pericolosi collaboratori italiani dei nazisti, e, grazie alle informazioni della giovane, lancia una sfida alle bande comandate dal colonnello Kappler, capo della polizia tedesca di Roma. Arrestato due volte, riesce sempre a fuggire mettendo in atto stratagemmi e altri intrighi, continuando a combattere contro centinaia di spie, delatori e poliziotti fascisti. Il Duello nel Ghetto di Roma fra Moretto e Roselli si gioca tutto nel quartiere a ridosso del Tevere. Una manciata di strade fino a pochi anni prima orgoglio di convivenza e poi diventate teatro di un mondo braccato: famiglie numerose nascoste nel timore della cattura, uomini obbligati a pagare affitti da capogiro a protettori-sfruttatori, donne e bambini rifugiati in conventi dove spesso tentano di convertirli, sopravvissuti per caso o fortuna al 16 ottobre tornati a risiedere nel Ghetto sfidando la sorte. Per costoro scarseggia il cibo, la morte è in agguato, non possono fidarsi di nessuno ma le voci che si rincorrono su Moretto dimostrano che si può continuare a resistere.

13 Apr 19
Writing is testifying

In this obscene time divided between surveillance and spies, is there still room for a sincere relationship? In this dark time of delators and mud, is there still room for a clean loyalty? In this time of ogres and witches  dressed like for a party but with a black heart, is there still a place […]

01 May 19
Get Honey & Salt

Penthouse Penthouse Calendar Girls Stroker June Jasmine Delatori is a replica mold sex toy. Realistic Cyberskin pussy stroker is hand painted lips with ribbed love tunnel. Waterproof, non-vibrating male masturbation device. Made using phthalate free, non-toxic materials Thermoplastic Elastomers TPE. Thermoplastic Elastomer TPE is a class of polymers, the characteristics of which mimic many of […]

11 Mar 19
Lost Sheep for Christ

Fratres et Sorores in Christo. Est in illo tempore Ecclesia, in nostrorum quadraginta dies satus in præparatione IV Hebdomadæ sancta. Scio quod tu cogitas? Non ego iam hoc factum est? Cur ego autem vadam quo in eadem exercitatione, ut aliis annis? Fratres sumus, non est personalis salus nostra onus! Sicut Paulo Apostolo ad Christi ait: Acts 4:12 “Et non est in alio aliquo salus, […]

10 Mar 19
nandocan magazine 1

La sfida, la paura e il coraggio di Ennio Remondino. Rapida ma intensa autobiografia di un giornalista televisivo bravo, intelligente e onesto come pochi fra i tanti che ho incontrato. Con lui ho condiviso l’amicizia e il piacere di una conversazione che, sia pure da lontano, prosegue tuttora.  Ma soprattutto la faticosa opposizione, dall’interno ieri […]

03 Apr 19
Get Honey & Salt

Penthouse Penthouse Calendar Girls Stroker June Jasmine Delatori is a replica mold sex toy. Realistic Cyberskin pussy stroker is hand painted lips with ribbed love tunnel. Waterproof, non-vibrating male masturbation device. Made using phthalate free, non-toxic materials Thermoplastic Elastomers TPE. Thermoplastic Elastomer TPE is a class of polymers, the characteristics of which mimic many of […]

06 Mar 19
Get Honey & Salt

Penthouse Penthouse Calendar Girls Stroker June Jasmine Delatori is a replica mold sex toy. Realistic Cyberskin pussy stroker is hand painted lips with ribbed love tunnel. Waterproof, non-vibrating male masturbation device. Made using phthalate free, non-toxic materials Thermoplastic Elastomers TPE. Thermoplastic Elastomer TPE is a class of polymers, the characteristics of which mimic many of […]

06 Mar 19
Get Honey & Salt

Penthouse Penthouse Calendar Girls Stroker June Jasmine Delatori is a replica mold sex toy. Realistic Cyberskin pussy stroker is hand painted lips with ribbed love tunnel. Waterproof, non-vibrating male masturbation device. Made using phthalate free, non-toxic materials Thermoplastic Elastomers TPE. Thermoplastic Elastomer TPE is a class of polymers, the characteristics of which mimic many of […]

01 Mar 19
Get Honey & Salt

Penthouse Penthouse Calendar Girls Stroker June Jasmine Delatori is a replica mold sex toy. Realistic Cyberskin pussy stroker is hand painted lips with ribbed love tunnel. Waterproof, non-vibrating male masturbation device. Made using phthalate free, non-toxic materials Thermoplastic Elastomers TPE. Thermoplastic Elastomer TPE is a class of polymers, the characteristics of which mimic many of […]

18 Jan 19
Randy Puppy

PENTHOUSE CALENDAR GIRL CYBERSKIN STROKER JASMINE DELATORI